[Ricerca Avanzata]
Giovedμ, 14 Dicembre 2017 - Ore 11:11 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie A2 Est – Roseto Sharks
GLI SQUALI PIEGANO LA FORTITUDO E SI TUFFANO NEI PLAYOFF
Adam Smith.
[Mimmo e Andrea Cusano]


La Curva Nord del PalaMaggetti.
[Mimmo e Andrea Cusano]


Nicola Mei.
[Mimmo e Andrea Cusano]


Terza vittoria consecutiva. La partita, le dichiarazioni di Di Paolantonio, Mei e Smith, le foto di Mimmo e Andrea Cusano.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Sabato, 25 Marzo 2017 - Ore 21:00

ROSETO 71
FORTITUDO BOLOGNA 68
Parziali: 24-27; 13-14 (37-41); 20-13 (57-54); 14-14 (71-68).

ROSETO: Smith 24, Cantarini n.e., Piazza, D'Emilio n.e., Fultz 9, Radonijc, Fattori 2, Mariani n.e., Mei 12, Casagrande 8, Amoroso 8, Sherrod 9. Coach: Di Paolantonio.

FORTITUDO BOLOGNA: Marchetti, Mancinelli 7, Candi 6, Legion 24, Ruzzier 3, Montanari n.e., Campogrande 5, Montano, Costanzelli n.e., Gandini 5, Raucci 5, Knox 10, Italiano 3. Coach: Boniciolli.

Arbitri: Moretti, Radaelli, Callea.

Roseto - Tiri da 2: 16/29 (55%). Tiri da 3: 9/24 (38%). Tiri liberi: 12/17 (71%). Rimbalzi: 29 (20+9).
Fortitudo Bologna - Tiri da 2: 15/27 (56%). Tiri da 3: 10/24 (42%). Tiri liberi: 8/12 (67%). Rimbalzi: 28 (22+6).


LET’S DANCE! – Squadra cenerentola d’estate, squadra sorpresa in autunno, squadra rivelazione in inverno, squadra stupefacente a primavera. La compagine del Lido delle Rose batte anche la Fortitudo Bologna, conquistando la terza vittoria consecutiva e assicurandosi un posto nei playoff. Il buon girone di andata (8 vinte e 7 perse) è diventato uno strepitoso girone di ritorno, con il Roseto forte finora di 8 vittorie e 3 sconfitte. Gli Squali ormai sono in ballo. Tanto vale che continuino a ballare…

ARROSTICINI & TORTELLINI –  PalaMaggetti aperto insolitamente a mezzogiorno e atmosfera strepitosa: uno spot per la pallacanestro. Prima della palla contesa, rinnovo del gemellaggio fra tifosi rosetani e fortitudini, presenti in gran numero sugli spalti.

LA PARTITA – 
I padroni di casa iniziano con Fultz in regia, Smith guardia, Casagrande ala piccola, Amoroso ala grande e Sherrod centro. Coach Boniciolli risponde con Ruzzier playmaker, Legion e Raucci esterni, Mancinelli e Knox a presidio dei tabelloni.
Il primo quarto si apre con uno strappo di Roseto che, subita la tripla di Raucci, confeziona un 10-0 di break con Amoroso, Casagrande e Smith. Poi si marcia sui binari dell’equilibrio, con i cannonieri Smith e Legion entrambi a quota 10 punti. Bologna chiude avanti al 10° per 24-27.
La seconda frazione vede gli ospiti provare a dare lo strappo decisivo, arrivando a 10 punti di vantaggio (28-38) al 15° minuto. A quel punto, il pubblico rosetano decide di “entrare in campo”, facendosi sentire e iniziando a incitare la squadra. L’ex Legion è immarcabile, ma Smith risponde da par suo e le squadre sono sul 37-38, prima che una tripla di Ruzzier sulla sirena porti le squadre a bere il the del riposo sul 37-41.
Gli Squali escono dagli spogliatoi e girano la partita nel terzo periodo, in forza di un primo break di 9-0, che diventa poi 13-2. Bologna non perde contatto, ma Roseto conduce le operazioni con la grinta di Mei, che in difesa manda fuori giri Legion, e chiude il terzo quarto avanti 57-54.
L’ultimo periodo è vibrante, con le tifoserie gemellate impegnate in sostegni incessanti e il punteggio che al 35° segna 61-60. Roseto trema quando coach Di Paolantonio si becca un tecnico per proteste e Gandini infila da lontanissimo e allo scadere dei 24 secondi la tripla del 63-63. Mei piazza una bomba importantissima, rintuzzato dalla lunetta da Legion (66-65), poi Fultz da oltre l'arco e Smith dalla lunetta portano Roseto sul 71-65: +6 a 1:30 dalla fine, pareggiando la differenza canestri. La tripla di Legion consente a Bologna di perdere ma conservare la differenza a proprio favore.

SUGLI SCUDI – Ancora una grande prestazione di squadra.
Adam Smith: 24 punti, 4 rimbalzi, 3 assist, 25 di valutazione in 36 minuti.
Nicola Mei: 12 punti, 1 rimbalzo, 4 di valutazione in 27 minuti.
Robert Fultz: 9 punti, 2 rimbalzi, 2 assist, 3 di valutazione in 28 minuti.
Brandon Sherrod: 8 punti, 9 rimbalzi, 14 di valutazione in 32 minuti.
Valerio Amoroso: 8 punti, 4 rimbalzi, 1 assist, 14 di valutazione in 29 minuti.
Riccardo Casagrande: 8 punti, 1 rimbalzo, 1 assist, 12 di valutazione in 23 minuti.
Giovanni Fattori: 2 punti, 2 rimbalzi, 1 assist in 14 minuti.
Andrea Piazza: 1 rimbalzo, 1 assist in 10 minuti.
Todor Radonjic, 2 minuti.

VOCI DALLA SALA STAMPA – Coach Emanuele Di Paolantonio dichiara: «La mia squadra ha gli attributi e il plauso più grande va a loro, che a Chieti hanno fatto la rimonta tripla vincendo dopo due supplementari e oggi sono risaliti dal meno 10 contro la Fortitudo». Nicola Mei chiosa: «C’era da fermare Legion e mi sono inizialmente sacrificato in difesa, sapendo magari che sarei arrivato in attacco stanco. Io sono andato in missione speciale su di lui e penso di essere riuscito nel mio compito. Certo, poi lui ha segnato la tripla finale che conserva a loro favore la differenza canestri, ma direi che è giusto goderci la vittoria. Chi lo avrebbe mai detto, in precampionato, che la nostra squadra oggi sarebbe stata nei playoff?». E, a proposito di playoff, Mei ammonisce: «Adesso più che mai testa bassa e pedalare, senza guardare alla classifica. Ci restano da giocare 4 finali, 2 in casa e 2 fuori, provando a rincorrere un quarto posto che ci darebbe il fattore campo a nostro favore. Ma, ripeto, dovremo essere bravi a guardare la classifica solo dopo l’ultima giornata di ritorno. Spero che la prossima, a Jesi, giocheremo di nuovo “in casa”, grazie al sostegno dei nostri eccezionali tifosi, che non ci lasciano mai e contribuiscono in modo palese ai nostri successi. Li ringrazio di cuore per il loro attaccamento alla squadra». Chiude la conferenza Adam Smith, affermando: «Contava vincere e abbiamo vinto. Lasciamo stare la differenza canestri e prendiamoci questi meriti. La difesa della Fortitudo mi ha sfiancato e adesso il mio corpo è stanco, anche perché eravamo reduci dai due overtime contro Chieti. Ma è questo che fanno le grandi squadre: sanno soffrire, aiutarsi e vincere».

LE FOTO DI MIMMO E ANDREA CUSANO – Ecco il link dell’album su Facebook, che contiene le belle foto della partita scattate da Mimmo e Andrea Cusano.
https://www.facebook.com/andrea.cusano.54/media_set?set=a.10210119240470503.1073741985.1022688104&type=3

Luca Maggitti
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Qual θ il tuo giudizio sull'operato di Sabatino Di Girolamo, Sindaco di Roseto?
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2017 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft